martedì 3 aprile 2012

LA PASTIERA A CASA MIA ^-^

Questo titolo è dovuto al fatto che ci sono tante teorie sulla vera pastiera come intorno ad ogni torta rinomata nel mondo, ma io penso che "de gustibus"... ^___^ questa è come la faccio io e a casa mia ne andiamo matti! Ne faccio diverse ogni anno da distribuire qua e là. Le ultime sfornate sono queste
Avete presente le storie di Beatrix Potter con protagonista Peter Rabbit? Beh, ne sto facendo indigestione in questi giorni, e ne sono contenta perchè sono favole bellissime... altro che certe storielle di oggi... e così i conigli son finiti anche sulla pastiera ^_^
Queste invece sono più tradizionali ;-)
Qui ci sono le pastiere che ho prodotto ieri, perciò sono ancora nelle teglie,  con le dosi che ora vi scrivo ho fatto uno stampo da 28 e uno stampo da 22
Secondo la tradizione la pastiera va preparata con anticipo perchè deve "riposare" nella teglia in cui è stata cotta per almeno 36 ore.
INGREDIENTI
580g. di grano cotto
400g. di latte
40g. di burro
700g. di ricotta
500g. di zucchero
7 uova
Essenza di millefiori o fiori d'arancio - è una questione di gusto personale.
La scorza di due arance belle grosse (perchè a casa mia non piacciono i canditi).

Preparatevi una PASTA FROLLA anche il giorno prima di cuocere la pastiera e ponetela a riposare in frigo. Vi metto le dosi che ho usato per queste 2 pastiere: 650g. di farina, 80g. di burro e 60g. di margarina, 80 g. di zucchero e un pizzico di sale, 3 uova intere, 2 bustine di vanillina e scorzette di limone e di arancio. Ecco i panetti ottenuti
Veniamo alla PREPARAZIONE:
La sera prima di fare la pastiera passate bene al setaccio la ricotta, unitevi lo zucchero e avvolgetela in un panno bianco di cotone. Mettetela in frigo per 12 ore e in questo modo rilascerà tutta l'umidità
La mattina dopo fate cuocere il barattolo di grano cotto in un tegame dal fondo spesso e dai bordi alti, dopo avervi mescolato dentro il latte, il burro e le scorzette delle arance grattugiate finemente. Far giungere a bollore e lasciar cuocere per circa una mezz'oretta a fuoco dolce continuando a mescolare di tanto in tanto fino a quando non diventa come una bella crema. Mettetela a raffreddare.
Una volta che questa crema si è raffreddata completamente si potrà aggiungere la ricotta insieme alle uova battute e all'essenza, amalgamando ben bene il composto.
Appena avete completato queste operazioni prendete la frolla dal frigo, Prendiamo due stampi da crostata, uno da 22 e uno da 28, e stendiamo dentro una parte di frolla lasciando da parte ciò che ci servirà per le strisce. Distribuirvi bene l'impasto, considerate che io ho riempito fino ai bordi perchè la pastiera è bella e buona quando è alta anche se oggigiorno si tende a farle bassine.
Adesso potete infornare a forno già caldo a 170° SENZA mettere ancora le strisce decorative, che verranno apposte dopo circa mezz'ora di cottura altrimenti se lo fate subito rischiate che affondino nell'impasto. Io personalmente le ho cotte per circa un'ora e mezza ma questo dipende dal vostro forno, non meno di un'ora credo. In ogni caso saranno ben cotte quando le vedrete colorate sopra. Lo zav va messo solo prima di papparle! Buona Pasqua a tutti!!! And ....enjoy in peace and harmony...








4 commenti:

  1. Ciao adoro la pastiera ,bello il tuo blog mi sono unita hai tuoi lettori fissi passa ha trovarmi se ti va io sono ISABELLA ti aspetto smack

    RispondiElimina
  2. Ciao Isabella grazie! Passerò di certo!

    RispondiElimina
  3. Ricetta salvata ...devo farla !!!! auguri

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...